P.U.B. Boardwalk Legnano

PMI, INNOVAZIONE E TERRITORIO: LO HAI CAPITO, TORNA P.U.B.

29 novembre 2023, Birrificio di Legnano (Corso Giuseppe Garibaldi 130, Legnano)

Con Luca Borsa, Nicola Budelli, Elisabetta Cozzi e Marco Saponaro.

PMI, INNOVAZIONE E TERRITORIO: LO HAI CAPITO, TORNA P.U.B.

Dove si pensa si cambia, come dice Boardwalk.

Boardwalk è una società di consulenza, che supporta le PMI nelle decisioni operative e nelle scelte strategiche per innovare e crescere.
Perché un disruptor sa che per innovare serve scegliere, saper prendere decisioni.

Ecco perchè Boardwalk sarà partner Divergens all’interno di:

P.U.B. | Pints Under Books

Un nuovo ciclo di eventi dedicato alle aziende che attraverso l’innovazione e il cambiamento crescono e vincono nei loro mercati. Probabilmente non c’è una ricetta per inventare, ma noi esploreremo storie per provare a trovare punti di contatto, per provare a capire come rendere la propria organizzazione l’ambiente ideale per far nascere nuove idee.
L’innovazione è periferica, lontana dalla burocrazia. L’innovazione premia l’intuito e le organizzazioni inclusive. L’innovazione odia i processi. La burocrazia. Le regole.
L’innovazione ama chi passa tempo in cantina o nei garage a provare e riprovare, non chi va in cerca di copertine e premi. Perché il premio per l’innovatore si chiama disruption.

In ogni data troverai un libro consigliato da noi e potrai berti una birra. Chiara o scura, quella la facciamo scegliere a te.
Pensa che Divergens è nato proprio così, come le storie più belle.


Programma della serata:

18.30 _ Apertura accrediti

19.00 _ Egidio ALAGIA (Divergens): Line Up, Take Off

19.05 _ Elisabetta COZZI (Museo Fratelli Cozzi): Donne e motori? Gioie e basta

19.20 _ Emilio BUONANNO (Boardwalk): LA DISTRUZIONE CREATRICE, un dialogo con Nicola BUDELLI (BAMA)

19.40 _ Luca BORSA e Marco SAPONARO presentano il libro: “AZIENDE IN GIOCO – Progettare workshop con i giochi da tavolo

20.00 _ Egidio ALAGIA (Divergens): …See You Later

Host: Sara AMBROSETTI e Arianna VERNEAU

CHI ha parlato.

Marco Saponaro

le bio.

Luca Borsa è ingegnere civile, autore di giochi da tavolo, portavoce di Saz Italia (l’associazione degli autori di giochi), e con l’amico Luca Bellini ha ideato decine di giochi da tavolo pubblicate con case editrici italiane e internazionali. Ha tenuto corsi di game design e workshop ai Politecnici di Milano e Torino, all’Accademia di Brera e presso diversi istituti superiori. Si occupa di divulgazione ludica e formazione attraverso il gioco. È uno dei fondatori di Blob Factory.

Nicola Budelli è dal 1995 titolare e CEO di BAMA SRL, realtà industriale coinvolta nel trattamento delle superfici metalliche. Negli anni è cresciuta fino ad arrivare a 70 collaboratori, 3 sedi in Italia implementando 2 JV in medio oriente ed asia. Nicola Budelli classe 1972, entra in società nell’azienda di famiglia nel 1995 all’epoca i collaboratori erano 10 ed un capannone di 1500 mq. Ad oggi i collaboratori sono 70 su 3 sedi con una superficie complessiva di circa 10.000 mq coperti. Appassionato al lavoro, curioso nello scoprire sempre nuove opportunità nel campo del trattamento dei metalli, crea un azienda strutturata con ruoli chiave specifici nelle varie funzioni e con programmi di investimento in tecnologie ed infrastrutture che anno dopo anno hanno permesso a BAMA di diventare leader nazionale sul trattamento delle superfici metalliche. Lavora direttamente con players internazionali redigendo specifiche tecniche e procedure validate oggi dalle maggiori multinazionali in ambito oil & gas, pharma & food, gas puri. Appassionato al proprio territorio, partecipa da più di 15 anni alla vita associativa di Confindustria dove ha ricoperto il ruolo di presidente del comitato piccola impresa di Confindustria Altomilanese, ha ricoperto negli anni il ruolo di componente del consiglio generale ed oggi è vice presidente dell’associazione con delega ai rapporti con gli enti pubblici ed istituzioni. Da 13 anni componente del consiglio direttivo dell’Energy & Cleantech Cluster LE2C con particolare delega ai temi del nucleare sia tradizionale che sperimentale, partecipa attivamente alla vita dell’Associazione Italiana Nucleare. Appassionato di storia e cultura del territorio, fonda 5 anni fa l’Associazione Risorgimentale “Turbigo 3 Giugno 1859” e di conseguenza un museo civico. Da 2 anni l’associazione organizza eventi storico-culturali per la promozione del territorio. Crede nella crescita continua, nell’informazione nella ricerca nel miglioramento continuo, strenuo difensore dell’impresa che diventa un modello di vita una missione.

Elisabetta Cozzi è laureata in Economia Aziendale, indirizzo Marketing, presso l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano. Nel 2015 nasce il Museo Fratelli Cozzi, uno spazio innovativo che ospita la collezione di Alfa Romeo realizzata dal fondatore Pietro Cozzi. Nel 2016 Elisabetta crea una nuova business unit dedicata al Museo all’interno della concessionaria ed organizza un nuovo team. Successivamente, nel 2018 il Museo diventa una S.r.l. indipendente giuridicamente dalla Fratelli Cozzi. Elisabetta è presidente e socio unico. E’ a tutti gli effetti una start up, una start up che ha 60 anni. Il Museo Fratelli Cozzi, rappresenta un sodalizio speciale fra il mondo dell’auto e l’architettura. In uno spazio essenziale nella forma ed esclusivo nei dettagli, brillano le carrozzerie multicolori di un marchio icona del Made in Italy. Nel 2008 Elisabetta fonda Woman In Power: un progetto di marketing etico volto ad avvicinare il mondo femminile alla concessionaria. Obiettivo: valorizzare le donne del territorio impegnate e di successo, mettendole alla guida di auto particolari e dedicando loro eventi in concessionaria. Nel 2013 con il progetto Woman In Power Fratelli Cozzi viene selezionata tra le case history più rilevanti in Italia nel marketing innovativo e Elisabetta presenta il progetto all’Automotive Dealer Day . Nel 2014 il progetto Woman in Power, con l’immagine simbolo di un’auto coperta da un telo, è finalista al concorso nazionale “Premio Immagini Amiche”, premio sostenuto dall’alto patronato del Presidente della Repubblica e dedicato all’ impatto del marketing e della pubblicità sulla parità tra donne ed uomini. Valorizzando una comunicazione per immagini che non strumentalizzi le donne, non utilizzi stereotipi e al tempo stesso veicoli messaggi creativi propositivi. Nel 2016 Woman In Power si slega dal marketing della Concessionaria e diviene a tutti gli effetti un progetto di carattere sociale, un movimento dedicato alla valorizzazione e alla difesa del mondo femminile. Il Museo Fratelli Cozzi diventa la sede del movimento. Nel 2022 nasce il progetto fotografico “Donne e motori? Gioie e basta” volto a superare gli stereotipi, scardinare i luoghi comuni e migliorare la comunicazione in un settore, come quello automotive, con trascorsi decisamente poco eleganti con il mondo femminile.

Marco Saponaro è un ingegnere delle telecomunicazioni e facilitatore aziendale che utilizza il gioco all’interno di aziende per risolvere i problemi e parlare di argomenti seri. Ha condotto laboratori per l’università e per importanti ordini professionali. Progetta workshop basati sul gioco e sistemi di gamification mirati all’apprendimento e al rendimento attraverso il divertimento.