fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers

TRANSIZIONI, ONDE, YOGA E (LA SECONDA LEGGE DEI) POP BRAND.

12 settembre 2022, Milano LUISS Hub (via Massimo D'Azeglio, 3)

Con Irene Bosi, Samanta Giuliani, Marzio Gussago, Domenico Ioppolo, Luca Miniello, Gioia e Guenda Novena.

TRANSIZIONI, ONDE, YOGA E (LA SECONDA LEGGE DEI) POP BRAND.

Settembre, un po’ come gennaio, non è un mese come gli altri.
Si tira una riga, si riprendono in mano connessioni in stand-by (“ci sentiamo a settembre”) e – un po’ come a gennaio, appunto – ci si chiede: “e adesso che facciamo di nuovo?”. In questa nuova data di FDO – For Disruptors Only la prima parola chiave è stata: NEXT.
Perchè la parola NEXT richiama il futuro, ma un futuro che sta arrivando, subito dopo il presente e l’ora.

Chi ha parlato.

Siamo fan di Marzio Gussago, è già stato uno dei nostri disruptor ed è tornato a parlarci di transizioni. Dopo siamo passati al tema del lavoro del futuro con Irene Bosi, una nomade digitale che vive tra il marketing, le onde e il sole e Luca Miniello, che ci ha raccontato come – tra spazi fisici e metaverso – il vero spazio di lavoro sia diventato il nostro essere stesso. Abbiamo parlato di scuola e formazione con un caso pratico, quello del Salone dello Studente, cosa succede quando organizzi in tutta Italia eventi di orientamento per decine di migliaia di studenti e studentesse e, improvvisamente, non lo puoi più fare? Lo abbiamo chiesto a Domenico Ioppolo.
Con Gioia e Guenda Novena di Nextopp, subito dopo, ci hanno raccontato di come sia diventato necessario accorciare, anzi annullare, la distanza tra chi assume e chi cerca lavoro: questa la mission della loro startup. Ci piace leggere, ormai lo sai, prima della conclusione di Riccardo Bovetti, Samanta Giuliani ha presentato il libro: “LA SECONDA LEGGE DEI POP BRAND – L’unica storia che conta è quella che la gente racconta” (Fausto Lupetti Editore). Ma che cos’è un POP Brand? E che cosa reinventa le regole della comunicazione? Come cambia la relazione tra marca e la sua audience in un mondo dove il contributo del pubblico esterno è il vero motore del successo e della popolarità di un brand? Lo ha raccontato a Chiara Bacilieri e Laura Locatelli, mentre Egidio Alagia e Ylenia Totino hanno presentato la serata.

Ti abbiamo detto la prima parola chiave (NEXT), la seconda è stata NOW.

Perchè, come ha detto Nolan Bushnell: “L’ingrediente fondamentale è alzare il sedere e fare qualcosa. È molto semplice. Tante persone hanno idee, ma sono poche quelle che decidono di fare ora qualcosa al riguardo. Non domani. Non la prossima settimana. Oggi.

le foto di marzia.

chi ha parlato.

fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers irene bosi
fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers samanta giuliani
fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers samanta giuliani
fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers domenico ioppolo
fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers luca miniello
fdo for disruptors only pop brand the story lab milano luiss hub marketers gioia guenda novena nextopp
Irene Bosi si occupa di branding e sviluppo di prodotti digitali. Lavora tutto l’anno viaggiando per il mondo, rincorrendo il sole e le onde.  Head of Marketing & Business Development di Yoga Academy – Responsabile dello sviluppo del brand e del business della scuola di yoga online più grande in Italia. Yoga Academy è un giovane brand che si sta posizionando in modo significativo nell’industria dello yoga e che cresce a doppia cifra di anno in anno. Tutto il team lavora da remoto con orari di lavoro flessibili e con un Happiness CEO che si assicura che mentre il business cresce, tutti siano felici. P&G Alumni CDA – Dopo aver iniziato la sua carriera nel marketing in Procter & Gamble, oggi è parte del CDA degli Alumni italiani. IED – Visiting Professor – Docente di Brand Management presso l’Università IED nel Master in Brand Management.
 
Samanta Giuliani è un’esperta di comunicazione e marketing, lavora nel campo delle agenzie da più di 14 anni, ricoprendo diversi ruoli di coordinamento strategico all’interno delle principali realtà internazionali, sempre all’incrocio tra strategia, media e contenuto (Zodiak Active, H-ART AKQA, DLV BBDO, MRM McCann, The Big Now). Dal 2021 è Executive Strategy Director di The Story Lab, una delle sigle di dentsu creative. Per ADCI, l’Art Directors Club Italiano, cura la strategia editoriale e i progetti di formazione e divulgazione con i market partner. Nel corso del suo percorso professionale, ha individuato nelle strategie di successo dei marchi leader un pattern comune, da cui ha potuto distillare le caratteristiche dei POP Brand.
 
Marzio Gussago, da sempre amante delle materie umanistiche, decide contro logica di laurearsi in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari. Continua la propria formazione con il master in Banca, Finanza e Mercati alla Business School de Il Sole 24 ore dove successivamente diventa professore in Finanza Comportamentale. Comincia la propria carriera nell’orbita del Mediocredito Centrale come gestore di soluzioni personalizzate per clienti istituzionali, per poi indirizzare la propria carriera verso la parte commerciale. Prima in Fidelity International, poi in Pictet Asset Management ricopre ruoli di Sales Director con il compito di sviluppare la raccolta attraverso le reti di consulenza finanziarie e di private banking. Prova a chiedergli qual è l’unico asset a disposizione del risparmiatore… 
 
Domenico Ioppolo è nato e vissuto a Polistena, un piccolo paese della Calabria Ulteriore, alle prime pendici dell’Aspromonte. Di Polistena ricorda la luce e le litanie in chiesa e forse da queste due esperienze è nata la sua passione per l’arte e la filologia. Lì ha frequentato tutte le scuole dell’obbligo. Negli ultimi anni ha preso l’abitudine di passare qualche giorno a Polistena con i compagni di quei magici anni scolastici. A tredici anni si trasferisce a Milano. L’incontro con la grande città, sporca, nera e straniante è stato tutt’altro che facile. Viveva in una koinè magica, la Calabria dell’infanzia, quando improvvisamente le bombe di piazza Fontana lo hanno sbattuto in mezzo alla Storia. Da questa esperienza, che andava al di là delle sue capacità di lettura, è nata la sua giovanile passione per la politica intesa come passione civile e difesa dello Stato che da lì a poco avrebbe subito l’attacco terrorista. Liceo scientifico Einstein, diplomato col massimo dei voti con una tesi sulla poesia di Pasolini, durante l’esame non ha potuto rispondere alle domande sui film perché aveva compiuto i 18 anni da pochissimo. Poi letteratura Italiane linguistica e laurea con lode, con una tesi sulla poesia di Franco Fortini. Dopo un anno in Arthur Andersen ha iniziato la sua carriera in Nielsen, dove ha seguito importanti clienti quali Henkel, Coca Cola, Ferrero, quindi direttore marketing, Direttore del dipartimento Media, direttore della Comunicazione e alla fine Managing director Media EMEA. Nel 1998 ha ricevuto il più prestigioso award di Nielsen, il Chairman Award, nel ’99 ha fatto parte del ristrettissimo team che ha disegnato il sistema di misurazione di Internet, tuttora in uso. All’esplodere di internet si è unito ad Enrico Gasperini e Marco Benatti per lanciare Inferentia, la prima internet company italiana quotata, poi Ad di Initiative Media, con Emanuele Pirella, quindi La Stampa a Torino. Nel cda di Auditel e di Audiweb e presidente FCP Quotidiani. Gli ultimi 12 anni in Class, AD della concessionaria e AD di Campus, dove si occupa di education e del rapporto giovani-scuola-lavoro. Nel 2016 ha ricevuto per questa attività rivolta ai giovani l’Award dei Rappresentanti dei Parlamenti del Mediterraneo. Insegna all’università da 24 anni. Adesso vive in Monferrato, felicemente sposato con due figlie naturali e uno adottato di recente. Alle passioni storiche dell’arte e della filologia si è aggiunta la Filosofia, il giardinaggio e il vino.
 
Luca Miniello, barese di nascita, sin da subito, a 19 anni, è in viaggio nel mondo dei social media e dell’imprenditoria digitale, che lo ha portato in giro per il globo. Partendo dalla sua prima esperienza come social media manager su Facebook, è uno dei primi ad aver riconosciuto le potenzialità dei social network come strategia di marketing. Continua a formarsi online partecipando a masterclass di livello internazionale, finché non diventa consulente marketing e startup a Dubai, lavorando con aziende a Londra e Los Angeles, e come social media manager tra Finlandia, Sri Lanka, Malesia e Qatar. Le startup di cui si occupa sono startup che propongono tecnologie all’avanguardia e progetti innovativi in tutti i campi. È il fondatore di un’associazione di volontariato “Hand in the world”, che organizza progetti a supporto dell’ambiente e dei minori in Indonesia. Amante degli sport estremi, attraverso i profili social documenta i suoi viaggi in località esotiche e i suoi lanci in paracadute, incoraggiando i suoi followers a scommettere nella vita quanto nel marketing per ottenere successo. Forte delle esperienze maturate all’estero, decide di avviare in Italia percorsi formativi per giovani come lui che vogliono approcciarsi al digital marketing, pubblicando il libro “7 leggi del Copymarketing”e “Global player la sottile arte di raccontare il marketing”, insieme a numerosi podcast e video informativi su Youtube e altre piattaforme social. È con l’ambizione di formare giovani marketer e promuovere le iniziative più rivoluzionarie sul territorio che Sir. Lukem prosegue la sua carriera sui social media, con una pagina personale che conta più di 74 mila followers su Instagram e una pagina Facebook di 1,4 milioni di like, collaborando con esperti e professionisti da tutto il mondo.
 
Gioia Novena è founder di Nextopp, è stata scelta da LinkedIn Italia tra le LinkedIn Top Voice del 2021 per i contenuti che condivide su lavoro e carriera. Laureata in Economia all’Università Bicocca, ha intrapreso la sua carriera nel mondo delle risorse umane come cacciatrice di teste in multinazionali in Italia e successivamente come responsabile HR nel Principato di Monaco. Gioia ha conseguito un Master in business coaching presso una delle più prestigiose scuole di formazione in Italia. Gioia è inoltre speaker ad eventi in ambito lavoro e carriera e partecipa in qualità di docente a lezioni di Career development nelle più prestigiose università italiane, tra le quali IED, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università Cattolica di Milano.
 
Guenda Novena è founder di Nextopp, di estrazione umanistica, Guenda è un ex Marketing Manager in multinazionali tecnologiche ed è esperta di marketing e comunicazione. Poliglotta, parla fluentemente inglese, portoghese, spagnolo, francese e russo. Laureata in Lingue e letterature straniere all’Università degli Studi di Milano, intraprende la sua carriera all’interno di multinazionali tech come responsabile marketing, comunicazione e gestione di eventi, coordinando in prima persona importanti eventi con più 500 persone a livello internazionale. Guenda è inoltre speaker ad eventi in ambito lavoro e carriera e partecipa in qualità di docente a lezioni di Career development nelle più prestigiose università italiane, tra le quali IED, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università Cattolica di Milano.